Autore: CostaJade

IL MULINO DELLA FORMA DI CAIRO

IL MULINO DELLA FORMA DI CAIRO

E’ il 3 luglio del 1835 quan­do don Pasquale Cavacece, un grosso pro­pri­etario ter­riero di Pied­i­monte San Ger­mano, riv­olge doman­da (in bol­lo, da grana 6) all’intendente del­la provin­cia di Ter­ra di Lavoro per ottenere l’autorizzazione a riat­ti­vare un muli­no già appartenu­to all’ex Duca di Sora[1]. Ubi­ca­to sel­la “Mon­tagna di Cay­ro in ten­i­men­to del Comune di Colle…

Read More Read More

AQUINO: DELITTO IN CARTIERA

AQUINO: DELITTO IN CARTIERA

È dif­fi­cile pot­er descri­vere la reazione che la sce­na provocò in chi, quel­la notte, ebbe l’occasione di imbat­ter­si in essa. Definir­la rac­capric­ciante forse non è esaus­ti­vo: «abbi­amo trova­to al piano supe­ri­ore del­la cartiera e pre­cisa­mente nel­la stan­za det­ta del­la cal­darel­la il cada­v­ere del Iadeco­la Gio­van­ni gia­cente boc­coni tra i due pun­ti d’appoggio dell’asse motore, com­ple­ta­mente…

Read More Read More

LA CARTIERA PELAGALLI DI AQUINO

LA CARTIERA PELAGALLI DI AQUINO

L’interesse che da tem­po va delin­e­an­dosi nei con­fron­ti del­la cosid­det­ta arche­olo­gia indus­tri­ale, ovvero, più in par­ti­co­lare, del­la sto­ria dell’industria car­taria — che insieme a quel­la laniera cos­ti­tuì un pat­ri­mo­nio di con­sis­tente entità soprat­tut­to per la valle del Liri, ma anche per quelle di Comi­no e del Rapi­do — non può esclud­ere dal novero di un…

Read More Read More

SAN GIORGIO: QUEL PONTE SUL LIRI FINITO IN ACQUA

SAN GIORGIO: QUEL PONTE SUL LIRI FINITO IN ACQUA

Sem­bra­va una cosa da niente. Cioè un’opera, sep­pur com­p­lessa, che alla fine non avrebbe dato ecces­sivi grat­ta­capi. Invece, per real­iz­zare quel ponte sul fiume Liri pres­so San Gior­gio a Liri, indis­pens­abile per dare con­ti­nu­ità alla costru­en­da stra­da provin­ciale tra Cassi­no e Formia, ce ne volle: era come se le antiche “scafe”, che da tem­po immem­o­ra­bile con­sen­ti­vano…

Read More Read More

PONTECORVO: LOSPORCOAFFARE DEL NOLO DELLE CARROZZE

PONTECORVO: LOSPORCOAFFARE DEL NOLO DELLE CARROZZE

Ange­lo Por­ret­ta e la sua car­roz­za in una immag­ine del 1920 (g.c. Rober­to Folchet­ti) C’è una sto­ria che per caso ho rin­trac­cia­to in un impolver­a­to fal­done dell’Archivio di Sta­to di Caser­ta (Fon­do Prefet­tura Gabi­net­to, bus­ta n. 107; fas­ci­co­lo n. 1157) atta a smen­tire un assun­to piut­tosto dif­fu­so sec­on­do il quale “si sta­va meglio quan­do si…

Read More Read More

LE SORGENTI DEL MELFA VISTE DA GABRIELE SMARGIASSI

LE SORGENTI DEL MELFA VISTE DA GABRIELE SMARGIASSI

di Sigis­mon­do Cas­tro­me­di­ano. L’amico Alber­to Turinet­ti di Priero, stu­dioso molto atten­to spe­cial­mente delle vicende che nel cor­so del sec­on­do con­flit­to mon­di­ale tor­men­tarono il nos­tro ter­ri­to­rio, mi ha invi­a­to dal­la sua Tori­no uno scrit­to del Duca Sigis­mon­do Cas­tro­me­di­ano, che di segui­to ho il piacere di pro­porvi, rel­a­ti­vo ad un quadro di Gabriele Smar­gias­si raf­fig­u­rante le sor­gen­ti del Melfa…

Read More Read More

Febbre da treno” / 10 IL TRENINO DI FIUGGI E LA ROCCASECCA-AVEZZANO LE UNICHE REALTAFRA TANTI SOGNI

Febbre da treno” / 10 IL TRENINO DI FIUGGI E LA ROCCASECCA-AVEZZANO LE UNICHE REALTAFRA TANTI SOGNI

Al di là del­la Valle del Sac­co, del Liri e di Comi­no, al tem­po dal­la “feb­bre da treno”, l’attuale ter­ri­to­rio del­la provin­cia di Frosi­none venne pre­so in con­sid­er­azione anche per prog­et­ti fer­roviari inter­re­gion­ali andati, ovvi­a­mente, a vuo­to. Il 17 agos­to 1909, in piena calu­ra esti­va, la Dep­utazione provin­ciale di Caser­ta decide di accor­dare «a un…

Read More Read More

Febbre da treno” / 9 NUOVI SBOCCHI ED ALTRI MERCATI PER LE INDUSTRIE DI ISOLA DEL LIRI

Febbre da treno” / 9 NUOVI SBOCCHI ED ALTRI MERCATI PER LE INDUSTRIE DI ISOLA DEL LIRI

Sta per con­clud­er­si il mese di luglio 1883 quan­do il Con­siglio supe­ri­ore dei lavori pub­bli­ci appro­va il prog­et­to di mas­si­ma com­pi­la­to dall’ing. Trev­el­li­ni, pre­sen­ta­to insieme al cav. Caroc­ci, per una fer­rovia fra Frosi­none e Iso­la del Liri: sarà lun­ga sui 27 chilometri ed avrà un cos­to infe­ri­ore a 100 mila lire al chilometro. Per un…

Read More Read More

Febbre da treno” / 8 ALATRI, GUARCINO ED ISOLA DEL LIRI TRA LE REALTAINDUSTRIALI METE DI ROTAIE

Febbre da treno” / 8 ALATRI, GUARCINO ED ISOLA DEL LIRI TRA LE REALTAINDUSTRIALI METE DI ROTAIE

Era il 1882 quan­do l’ing. Alfre­do Cot­trau pro­pose “un rac­cor­ci­a­men­to dell’attuale lin­ea Napoli-Roma” attra­ver­so quat­tro vari­anti sulle trat­te Napoli-Sparanise, Roc­ca d’Evandro-Aquino, Cec­­ca­no-Fer­­en­ti­no e Seg­ni-Roma gra­zie alle quali la dis­tan­za “fer­roviaria” fra Roma e Napoli, allo­ra di 260,8 km., si sarebbe ridot­ta di cir­ca 37 km., pas­san­do, dunque, a 223,6 km., dei quali 121,2 km. apparte­nen­ti alla lin­ea…

Read More Read More

Febbre da treno” / 7 LA VALLE DI COMINO NEI PROGETTI DI FERROVIE LOCALI ED INTERREGIONALI

Febbre da treno” / 7 LA VALLE DI COMINO NEI PROGETTI DI FERROVIE LOCALI ED INTERREGIONALI

Una deci­na di anni dopo il ten­ta­ti­vo anda­to a vuo­to, Alfon­so Visoc­chi ci ripro­va. Affas­ci­na­to dal suc­ces­so che incom­in­ciano ad avere le fer­rovie a trazione elet­tri­ca si riv­olge ad uno dei più esper­ti del set­tore, l’ing. Car­lo Ciap­pa, incar­i­can­do­lo di redi­gere uno speci­fi­co prog­et­to sul­la fal­sari­ga del prece­dente ma che sia più diret­to e che…

Read More Read More