Autore: CostaJade

Febbre da treno” / 10 IL TRENINO DI FIUGGI E LA ROCCASECCA-AVEZZANO LE UNICHE REALTAFRA TANTI SOGNI

Febbre da treno” / 10 IL TRENINO DI FIUGGI E LA ROCCASECCA-AVEZZANO LE UNICHE REALTAFRA TANTI SOGNI

Al di là del­la Valle del Sac­co, del Liri e di Comi­no, al tem­po dal­la “feb­bre da treno”, l’attuale ter­ri­to­rio del­la provin­cia di Frosi­none venne pre­so in con­sid­er­azione anche per prog­et­ti fer­roviari inter­re­gion­ali andati, ovvi­a­mente, a vuo­to. Il 17 agos­to 1909, in piena calu­ra esti­va, la Dep­utazione provin­ciale di Caser­ta decide di accor­dare «a un…

Read More Read More

Febbre da treno” / 9 NUOVI SBOCCHI ED ALTRI MERCATI PER LE INDUSTRIE DI ISOLA DEL LIRI

Febbre da treno” / 9 NUOVI SBOCCHI ED ALTRI MERCATI PER LE INDUSTRIE DI ISOLA DEL LIRI

Sta per con­clud­er­si il mese di luglio 1883 quan­do il Con­siglio supe­ri­ore dei lavori pub­bli­ci appro­va il prog­et­to di mas­si­ma com­pi­la­to dall’ing. Trev­el­li­ni, pre­sen­ta­to insieme al cav. Caroc­ci, per una fer­rovia fra Frosi­none e Iso­la del Liri: sarà lun­ga sui 27 chilometri ed avrà un cos­to infe­ri­ore a 100 mila lire al chilometro. Per un…

Read More Read More

Febbre da treno” / 8 ALATRI, GUARCINO ED ISOLA DEL LIRI TRA LE REALTAINDUSTRIALI METE DI ROTAIE

Febbre da treno” / 8 ALATRI, GUARCINO ED ISOLA DEL LIRI TRA LE REALTAINDUSTRIALI METE DI ROTAIE

Era il 1882 quan­do l’ing. Alfre­do Cot­trau pro­pose “un rac­cor­ci­a­men­to dell’attuale lin­ea Napoli-Roma” attra­ver­so quat­tro vari­anti sulle trat­te Napoli-Sparanise, Roc­ca d’Evandro-Aquino, Cec­­ca­no-Fer­­en­ti­no e Seg­ni-Roma gra­zie alle quali la dis­tan­za “fer­roviaria” fra Roma e Napoli, allo­ra di 260,8 km., si sarebbe ridot­ta di cir­ca 37 km., pas­san­do, dunque, a 223,6 km., dei quali 121,2 km. apparte­nen­ti alla lin­ea…

Read More Read More

Febbre da treno” / 7 LA VALLE DI COMINO NEI PROGETTI DI FERROVIE LOCALI ED INTERREGIONALI

Febbre da treno” / 7 LA VALLE DI COMINO NEI PROGETTI DI FERROVIE LOCALI ED INTERREGIONALI

Una deci­na di anni dopo il ten­ta­ti­vo anda­to a vuo­to, Alfon­so Visoc­chi ci ripro­va. Affas­ci­na­to dal suc­ces­so che incom­in­ciano ad avere le fer­rovie a trazione elet­tri­ca si riv­olge ad uno dei più esper­ti del set­tore, l’ing. Car­lo Ciap­pa, incar­i­can­do­lo di redi­gere uno speci­fi­co prog­et­to sul­la fal­sari­ga del prece­dente ma che sia più diret­to e che…

Read More Read More

Febbre da treno” / 6 VALLE DI COMINO: UNA (FERRO)VIA D’USCITA DA UN ATAVICO ISOLAMENTO

Febbre da treno” / 6 VALLE DI COMINO: UNA (FERRO)VIA D’USCITA DA UN ATAVICO ISOLAMENTO

Al pari del­la Valle del Liri, anche la Valle di Comi­no fu tra le realtà locali che s’impegnarono per avere una fer­rovia: lo ricor­da Loren­zo Arnone Sipari in un arti­co­la­to sag­gio a propos­i­to del­la Cas­si­no-Ati­­na-Sora (Èlite locale e infra­strut­ture: il caso del­la fer­rovia Cas­si­no-Ati­­na-Sora (1883–1914). Cassi­no, 2003), dove evi­den­zia che «nel 1868 la Cam­era di Com­mer­cio ed…

Read More Read More

Febbre da treno” / 5 IL PORTO DI FORMIA TOCCASANA PER L’ECONOMIA DELL’ENTROTERRA

Febbre da treno” / 5 IL PORTO DI FORMIA TOCCASANA PER L’ECONOMIA DELL’ENTROTERRA

Il 21 agos­to 1901, la Dep­utazione provin­ciale di Caser­ta for­mu­la voti al Min­istro dei LL.PP., Giro­lamo Gius­so, per­ché «richi­a­mi l’attenzione e lo stu­dio del­la spe­ciale Com­mis­sione sul­la neces­sità tan­to del con­giung­i­men­to Roc­­casec­­ca-Formia, sec­on­do il prog­et­to dell’ing. Edoar­do Bot­tazzi del 16 agos­to 1886, che del con­giung­i­men­to a Terni». E, inoltre, chiede l’ampliamento, per­al­tro già delib­er­a­to, del­la…

Read More Read More

Febbre da treno” / 4 DESTINAZIONE MARE: MA PER SUIO O PER AUSONIA?

Febbre da treno” / 4 DESTINAZIONE MARE: MA PER SUIO O PER AUSONIA?

Era­no gli inizi del 1907 (2 gen­naio) quan­do ‘emerge’ una inizia­ti­va ricon­ducibile a Enri­co Fer­ruzzi, «già con­ces­sion­ario del­la fer­rovia Cas­si­no-Ati­­na-Sora», il quale, «com­pre­so del­la grande util­ità che sarà per derivarne, ha fat­to stu­di­are un prog­et­to di fer­rovia che, par­tendo da Formia, per Espe­ria, abbia ter­mine a Roc­casec­ca e a Cassi­no». Con una comu­ni­cazione a stam­pa…

Read More Read More

Febbre da treno” / 3 UNA GRANDE STAZIONE A ROCCASECCA SNODO DI TRE FERROVIE

Febbre da treno” / 3 UNA GRANDE STAZIONE A ROCCASECCA SNODO DI TRE FERROVIE

Per quel suo prog­et­to di fer­rovia, «mes­so in istam­pa e pub­bli­ca­to in Napoli per i tipi dì Michele Gam­bel­la in via Belli­ni nel­lo scor­so Mar­zo 1891», l’ing. D’Ettorre,  con apposi­ta doman­da avan­za­ta il 1 mag­gio al Prefet­to di Napoli, chiese la pri­v­a­ti­va delle linee prog­et­tate. Poi, però, anche alla luce di un ipo­tiz­za­to col­lega­men­to tra la Sparanise-Gae­­ta…

Read More Read More

Febbre da treno” / 2 PONTECORVO, LA PIUATTIVA NELLA RICERCA DI UNO SBOCCO A MARE.

Febbre da treno” / 2 PONTECORVO, LA PIUATTIVA NELLA RICERCA DI UNO SBOCCO A MARE.

La vari­ante sul­la Cas­si­no-Gae­­ta per Pon­tecor­vo e Roc­casec­ca pro­pos­ta dall’ing. Sinis­calchi avrebbe una lunghez­za non supe­ri­ore ai ven­ticinque chilometri: tut­ta svilup­pa­ta in una pia­nu­ra, «sen­za palu­di [e] sen­za par­ti roc­ciose o fra­nose», sarebbe carat­ter­iz­za­ta da «lunghi ret­ti­fili rac­cor­dati con curve a gran­dis­si­mi rag­gio» e, quan­to all’altimetria, da «pen­den­ze com­p­rese tra assai ristret­ti lim­i­ti». Il cos­to,…

Read More Read More

Febbre da treno” / 1 BINARI VERSO IL TIRRENO NELLE ASPIRAZIONI DELLA VALLE DEL LIRI

Febbre da treno” / 1 BINARI VERSO IL TIRRENO NELLE ASPIRAZIONI DELLA VALLE DEL LIRI

Da quan­do il 27 set­tem­bre 1825 la Loco­mo­tion n. 1 trainò il pri­mo treno com­mer­ciale del­la sto­ria, sul­la trat­ta tra Stock­ton on Tees e Dar­ling­ton, prog­et­tate sia la fer­rovia che la loco­mo­ti­va da George Stephen­son, la feb­bre da treno divenne una sor­ta di virus che qui da noi subì un’ulteriore impul­so quan­do i Bor­bone legarono il pro­prio…

Read More Read More